z xczcx

EVENTI CHE OFFRONO CREDITI FORMATIVI


---

*WORKSHOP - Nuovo testo unico sui controlli in agricoltura bio e prodotti biologici

(1 credito AIFLE) TARIFFE AGEVOLATE PER I SOCI AIFLE

SOLO IN MODALITA' WEBINAR

Riflessioni intorno al Decreto Legislativo 6 ottobre 2023, N 148
La normativa nazionale si adegua al Regolamento n. 848/2018/UE con un occhio al regolamento generale n. 625/2017/UE. Responsabilità degli operatori alimentari e degli operatori certificarori/laboratori di analisi. L’abbandono delle soglie di decertificazione, le nuove sanzioni.
15 marzo 2024


Per maggiori informazioni clicca qui

---

*WORKSHOP - Le novità del codice del consumo

(1 credito AIFLE) TARIFFE AGEVOLATE PER I SOCI AIFLE

SOLO IN MODALITA' WEBINAR

Cambiano le regole per il food
Il decreto legislativo 26/2023 ha introdotto nuove norme per una migliore applicazione e modernizzazione delle norme a protezione dei consumatori. Cambia il Codice del Consumo con nuove disposizioni di:

  • Indicazione prezzi
  • Disposizioni per i servizi digitali
  • Pratiche sleali (dual identitiy, secondary ticket, recensioni, classificazioni)
  • Aumento delle sanzioni Contemporaneamente il decreto 28/2023 introduce specifiche azioni rappresentative a tutela degli interessi collettivi dei consumatori tra cui: Class action europea e disposizioni sugli enti rappresentativi dei consumatori.
    21 marzo 2024


Per maggiori informazioni clicca qui

---

*CORSO - Contaminanti chimici

(1 credito AIFLE) TARIFFE AGEVOLATE PER I SOCI AIFLE

SOLO IN MODALITA' WEBINAR

Negli ultimi anni c’è stato un aumento esponenziale di riscontri di contaminanti negli alimenti, con l’attivazione di numerose allerte. Si sono verificate situazioni di emergenza che hanno coinvolto pesantemente le aziende e hanno comportato importanti danni economici e sanitari. Quale conseguenza di questa situazione la Commissione è intervenuta sia attraverso l’adozione di nuovi provvedimenti legislativi, sia attraverso strumenti il cui valore giuridico presenta dei profili di incertezza. In questo contesto, le aziende si trovano in alcuni casi a non sapere come procedere per non incorrere in sanzioni che, attesa la gravità dei possibili riflessi sulla salute in caso di gestione non corretta della situazione possono essere anche rilevanti, oltre che sotto il profilo economico, anche sotto quello della responsabilità. Il corso di approfondimento è finalizzato a fornire un quadro generale di inquadramento normativo sul concetto di “Contaminante” e ad approfondire la disciplina di alcuni di essi, oltre che a tracciare le principali attività di vigilanza svolte dalle autorità competenti per il controllo degli stessi, e le possibili contestazioni elevabili. Ma unitamente affronta e analizza le azioni che le imprese devono porre in essere e gli strumenti che possono essere esperiti a propria difesa sia in autotutela, dove possibile, fino al ricorso del legale esterno qualora indispensabile. Il percorso formativo è condotto da due rappresentanti dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta nell’ambito della autorità di controllo e da un esperto nella difesa delle compagini aziendali, anche attraverso l’esposizione di casi pratici.
22 marzo 2024


Per maggiori informazioni clicca qui

---

*WORKSHOP - La disciplina comunitaria sui controlli ufficiali e le norme nazionali di attuazione

(1 credito AIFLE) TARIFFE AGEVOLATE PER I SOCI AIFLE

SOLO IN MODALITA' WEBINAR

Dal 14 dicembre 2019 è diventato applicabile il Reg. UE 625/17 relativo ai controlli ufficiali e alle altre attività ufficiali effettuati per garantire l’applicazione della legislazione sugli alimenti e sui mangimi, delle norme sulla salute e sul benessere degli animali, sulla sanità delle piante nonché sui prodotti fitosanitari. Per l’operatore è di fondamentale importanza conoscere le modifiche introdotte al sistema dei controlli ufficiali al fine di verificarne gli impatti sulla propria operatività nonché attivare gli strumenti difensivi a tutela del proprio operato. Nel workshop verrà svolta un’analisi del nuovo quadro normativo e saranno esaminati i regolamenti attuativi che nel frattempo sono stati emanati. Saranno oggetto di specifico approfondimento i poteri di ricorso contro i provvedimenti dell’autorità competente, l’attivazione degli istituti della controperizia e della controversia documentale e analitica al nuovo strumento del rating, anche in relazione alle responsabilità amministrative e penali, oltre che alle conseguenze civilistiche, connesse agli esiti del controllo. Verranno inoltre esaminati i decreti legislativi (nr. 23/2021, 24/2021, 27/2021 e 32/2021) che contengono le disposizioni di attuazione nel nostro ordinamento della disciplina prevista dal regolamento (UE) 2017/625.
26 marzo 2024


Per maggiori informazioni clicca qui

---

*CORSO - Etichettatura Advanced

(1 credito AIFLE) TARIFFE AGEVOLATE PER I SOCI AIFLE

SOLO IN MODALITA' WEBINAR

Indicazioni obbligatorie, indicazioni volontarie, marketing claims e health claims

Il corso si propone di affrontate alcune tematiche particolarmente sensibili sia in tema di indicazioni obbligatorie, sia volontarie. Con riferimento alle indicazioni obbligatorie, verranno approfondite le modalità di indicazione della denominazione legale, degli allergeni, dell’origine (art. 26, paragrafi 2 e 3 del Regolamento UE 1169/2011). Per quanto concerne le indicazioni volontarie, verranno analizzate le disposizioni relative ai claim nutrizionali e salutistici (Regolamento CE 1924/2006, Regolamento CE 432/2012 e Decisione 2013/63/CE) alla luce del quadro sanzionatorio introdotto dal D. Lgs. 27/2017 e le principali disposizioni che regolamentano l’utilizzo dei cosiddetti “marketing claims”. In aggiunta all’analisi dei testi normativi e regolamentari, verranno illustrati i principi generali in tema di comunicazione e pubblicità e commentati alcuni dei più recenti provvedimenti delle Autorità di controllo competenti in materia (AGCM e IAP).
27 marzo 2024


Per maggiori informazioni clicca qui

---

*WORKSHOP - Food safety: cosa c'è di nuovo?

(1 credito AIFLE) TARIFFE AGEVOLATE PER I SOCI AIFLE

SOLO IN MODALITA' WEBINAR

Workshop sul tema relativo al Regolamento (UE) 382/2021, che modifica gli allegati del Regolamento (CE) 852/2004 sull’igiene alimentare. Tema della food safety culture, presente da tempo negli standard di certificazione, e la questione allergeni. – La food safety culture è la grande novità del regolamento Europeo, già nota nel campo delle certificazioni volontarie GFSI e del Codex (General Principles of Food Hygiene): similitudine presenti ed approfondimenti necessari. – Lo spreco alimentare: tale tematica trova sempre più spazio a livello europeo. Confronto tra ciò che emerge dalla FAO, la linea guida EFSA sulla shelf life degli alimenti ed il nuovo regolamento Europeo: in apparenza argomenti differenti, ma con un obiettivo comune. – Gestire le cross contamination da allergeni in alimenti e mangimi: lo stato dell’arte mettendo a confronto l’operatività, il nuovo regolamento e le certificazioni volontarie di settore.
9 aprile 2024


Per maggiori informazioni clicca qui

---

*WORKSHOP - Precisione nell'etichettatura nutrizionale dei prodotti alimentari

(1 credito AIFLE) TARIFFE AGEVOLATE PER I SOCI AIFLE

SOLO IN MODALITA' WEBINAR

Focus Europa e USA

Il corso intende fornire agli operatori del settore alimentare un supporto avanzato per la preparazione dell’etichettatura nutrizionale per i prodotti alimentari considerate acquisite le regole base che sottendono alla disciplina generale dell’etichettatura dei prodotti alimentari, il corso pone l’attenzione sullo sviluppo e presentazione delle informazioni nutrizionali per i seguenti aspetti: fonti dei valori, contenuti e tolleranze, aspetti grafici e collegamento con i claim nutrizionali.
10 aprile 2024


Per maggiori informazioni clicca qui

---

*WORKSHOP - Valutazione sensoriale dei MOCA

(1 credito AIFLE) TARIFFE AGEVOLATE PER I SOCI AIFLE

SOLO IN MODALITA' WEBINAR

Nell’ambito del controllo della qualità dei MOCA, la valutazione sensoriale trova un importante spazio di applicazione da cui deriva la necessità di utilizzare metodi oggettivi accurati e precisi, che forniscano risultati affidabili, esaustivi e ripetibili. Scopo del corso è quello di definire i criteri per la valutazione del difetto sensoriale di MOCA per la conformità a quanto previsto dall’Art. 3 del Regolamento Quadro UE 1935/2004.
12 aprile 2024


Per maggiori informazioni clicca qui

---

*WORKSHOP - Le nuove prescrizioni estintive dei reati alimentari

(1 credito AIFLE) TARIFFE AGEVOLATE PER I SOCI AIFLE

SOLO IN MODALITA' WEBINAR

Ex articoli 12-ter e ss. L. n. 283/1962

La riforma Cartabia ha introdotto un nuovo meccanismo estintivo dei reati contravvenzionali alimentari, previsti dalla legge n. 283/1962. Si tratta di una nuova ipotesi di estinzione che consegue all’adempimento delle prescrizioni che l’organo accertatore, che abbia individuato una notizia di reato di cui alla legge del 1962, è tenuto a indirizzare all’OSA al fine di consentire il ripristino della conformità igienico-sanitaria: nel caso di adempimento corretto e tempestivo l’operatore può estinguere il reato pagando una somma pari a un sesto del massimo dell’ammenda stabilita per la contravvenzione commessa. Il nuovo istituto produrrà un significativo cambiamento nelle dinamiche tra imprese alimentari e controllo ufficiale e presenta aspetti meritevoli di approfondimento. Nel corso del workshop saranno analizzati gli aspetti salienti dei nuovi articoli 12-ter e ss. introdotti nel corpus della legge penale n. 283/1962 e dei rapporti con le garanzie difensive e l’istituto dell’oblazione prevista dal codice penale per questo tipo di reati.
16 aprile 2024


Per maggiori informazioni clicca qui

---

*WORKSHOP - Andare in USA

(1 credito AIFLE) TARIFFE AGEVOLATE PER I SOCI AIFLE

SOLO IN MODALITA' WEBINAR

Le aziende interessate a esportare prodotti alimentari nel mercato statunitense devono rispettare il “Food Safety Modernization Act”, secondo le indicazioni della Food and Drugs Administration (FDA), l’agenzia Usa per gli alimenti e i medicinali. L’ordinamento USA prevede diverse azioni tra cui controlli preventivi, che includono la verifica dei processi, degli allergeni e controlli sanitari, su tutta la filiera agroalimentare e l’organizzazione un sistema di allerta rapido per gestire eventuali situazioni di emergenza. L’aspetto saliente del profilo regolatorio è che l’azienda importatrice negli USA, e quindi per noi l’azienda italiana, è responsabile del rispetto dei criteri di sicurezza alimentare anche da parte dei suoi fornitori e ne risponde su un piano sanzionatorio.
23 aprile 2024


Per maggiori informazioni clicca qui

---

*WORKSHOP - Alimenti e sanzioni

(1 credito AIFLE) TARIFFE AGEVOLATE PER I SOCI AIFLE

SOLO IN MODALITA' WEBINAR

Quali azioni di tutela e autotutela degli operatori del settore di fronte a diffide, sanzioni amministrative e misure cautelari.

Le imprese alimentari sono soggette a una significativa attività di vigilanza da parte di più organi di controllo. Tutto ciò si traduce in primo luogo in un lavoro di prevenzione da parte delle aziende e quindi a una rigorosa applicazione dei precetti legislativi, ma ciò nonostante, in talune circostanze, anche a situazioni di contestazione da parte degli organi di controllo. Le voci di contestazione sono le più disparate, riguardano: aspetti di sicurezza e salute nei siti produttivi, criticità nelle attività di monitoraggio dell’igiene, non conformità sottese all’etichettatura, alla presentazione e alla pubblicità dei prodotti alimentari, aspetti metrologici e ambientali, ecc.. Le attività di vigilanza su tutto il territorio nazionale possono comportare l’irrogazione di sanzioni pecuniarie amministrative oltre a provvedimenti di “diffida” e anche in alcuni casi a provvedimenti cautelari come il “sequestro”. Ovviamente nei casi più gravi si sfocia nell’ambito penale..
30 aprile 2024


Per maggiori informazioni clicca qui

 


---

*CORSO - Packaging Regulatory affairs

(1 credito AIFLE)

SOLO IN MODALITA' WEBINAR

Acquisire le conoscenze necessarie per gestire gli aspetti legislativi legati alla filiera packaging

Corso di alta specializzazione volto ad acquisire le conoscenze necessarie per gestire gli aspetti legislativi legati alla filiera packaging.
Il corso, suddiviso in 12 moduli di formazione, è tenuto da docenti esperti specializzati nel settore ed è rivolto agli operatori del settore della filiera packaging: produttori di materiali, converter, fabbricanti di imballaggi, confezionatori e riempitori, utilizzatori, distributori e società di supporto come laboratori, studi ed enti di certificazione.
Gli obiettivi del corso di alta specializzazione sono i seguenti:
- illustrare la legislazione nel suo assetto complessivo che impatta sulla filiera packaging;
- presentare il funzionamento delle fonti legislative nazionali, UE e le principali nel mondo;
- approcciare le regole generali sulla sicurezza dei prodotti;
- portare a conoscenza il quadro legislativo nazionale e UE che disciplina il tema imballaggi e rifiuti;
- preparare agli scenari applicativi previsti dal prossimo Reg. “packaging waste”;
- far conoscere gli obblighi sottesi al regolamento “packaging waste” per: fabbricanti, produttori, fornitori, importatori, distributori, mandatari e rappresentanti designati;
- fornire gli strumenti per elaborare i Green Claim;
- approfondire la sicurezza del packaging secondo le regole MOCA (Materiali e Oggetti a Con-tatto con Alimenti);
- approfondire la sicurezza del packaging secondo le regole Reach: regolamento concernente la registrazione, valutazione, autorizzazione e restrizione delle sostanze chimiche;
- far conoscere gli strumenti di negoziazione per l’approvvigionamento packaging: capitolati di fornitura e contratti.
dal 5 febbraio al 18 marzo 2024


Per maggiori informazioni clicca qui

---

*CORSO - La dichiarazione di conformità ambientale UE diventa obbligatoria

(1 credito AIFLE)

SOLO IN MODALITA' WEBINAR

Regolamento packaging waste

Nuovi obblighi? Siete pronti? Gli scenari legislativi futuri si stanno nettamente delineando e, sebbene il regolamento packaging waste sia ancora una proposta, si ravvisa entro il 2024 la sua pubblicazione ufficiale e quindi l’entrata in vigore.
Tra le numerose novità che il regolamento introduce abbiamo rilevato una serie di aspetti procedurali e documentali che dovrebbero, fin da ora, essere affrontati dalla filiera packaging.
Il riferimento va agli artt. 30-34, in particolare alla Valutazione della Conformità (VdC) e alla Dichiarazione di Conformità UE (DdCUE), come prescritti dalla proposta di regolamento.
Queste nuove disposizioni incidono fortemente sull’organizzazione dei sistemi e delle prassi lavorative interne alle imprese.
Sia chi produce che chi utilizza imballaggi è chiamato dal principio della responsabilità estesa condivisa (EPR) a dimostrare il soddisfacimento dei nuovi requisiti documentali in modo appropriato, non solo alle autorità di controllo preposte, ma anche al cliente end-user o retail, perché chiamati dalle nuove disposizioni a sincerarsi sugli adempimenti di legge e quindi accreditare e qualificare i propri fornitori.

Destinatari
Il corso è organizzato per formare chi sarà incaricato nelle sedi operative designate allo svolgimento della VdC e alla redazione della DdCUE.
13 marzo 2024


Per maggiori informazioni clicca qui

---

*CORSO - Green packaging claim

(1 credito AIFLE)

ONLINE E IN PRESENZA

CONOSCERE LE REGOLE DELLA COMUNICAZIONE - CREARE LA DOCUMENTAZIONE E LE EVIDENZE DI SUPPORTO AL CLAIM AMBIENTALE - FORMULARE ASSERZIONI LEGATE ALLA SOSTENIBILITÀ DEL PACKAGING - CONDIVIDERE I 10 VALORI DELLA CARTA ETICA DEL PACKAGING
Il corso è finalizzato ad acquisire gli strumenti operativi necessari alla realizzazione dei claim per gestire in modo compiuto i seguenti argomenti:
1. Legislazione sulla gestione degli imballaggi e dei rifiuti d’imballaggio vigente in Italia e in Europa;
2. Regole della comunicazione, codice del consumo;
3. Buone prassi e norme tecniche di riferimento: requisiti utili per la definizione di un claim ambientale – Requisiti essenziali sui cui poggiano in prevalenza i claim ambientali;
4. Etichettatura ambientale obbligatoria e correlazione con i claim ambientali;
5. I 10 valori della Carta Etica del Packaging.
Sui cinque temi portanti si configura il corso che si avvale del contributo di docenti esperti e specializzati nel settore, fornendo un’ampia documentazione didattica a disposizione dei partecipanti, per acquisire in modo appropriato gli strumenti operativi da trasferire nelle realtà aziendali.
Il corso è rivolto agli operatori che devono comporre e validare claim ambientali e formulare un’efficace comunicazione sulla sostenibilità ambientale del packaging.
13-14 marzo 2024


Per maggiori informazioni clicca qui